Avv. Francesca Cassone
Associate.

Francesca Cassone è esperta nella gestione del contenzioso giudiziale e stragiudiziale in ambito civilistico, segnatamente nel campo della responsabilità contrattuale ed extracontrattuale, del diritto delle persone, della famiglia e del biodiritto.

Ha maturato esperienza nella trattazione di questioni relative alla responsabilità medica, sotto il profilo della individuazione e della valorizzazione risarcitoria dei diritti lesi del danneggiato. È altresì specializzata nella difesa dei professionisti sottoposti ad azioni legali e disciplinari per presunti errori medici e nella assistenza legale e contrattuale alle aziende sanitarie pubbliche e private, in particolare sul funzionamento del sistema sanitario, sulle norme di settore, su sicurezza, rischio clinico e risk management, protezione dei dati personali, redazione di modelli di raccolta del consenso informato in materia di cure mediche.

Si occupa inoltre di biodiritto, di matrice nazionale, europea e internazionale, offrendo consulenza giudiziale e stragiudiziale in materia di diritto di autodeterminazione, fundamental decision privacy, diritto antidiscriminatorio per orientamento sessuale e identità di genere, diritti di inizio e fine vita, accesso alla procreazione medicalmente assistita e alle direttive anticipate di trattamento.

Ha conseguito la laurea magistrale presso l’Università degli Studi di Torino nel 2002, con votazione finale di 110/110, Lode e Menzione accademica, discutendo una tesi dal titolo “La procreazione assistita: l’attribuzione della maternità”, relatore Prof. Leonardo Lenti. Lo studio è stato insignito del primo premio pari merito al concorso “Fulvio Croce” per la miglior tesi di laurea del Piemonte in materie civilistiche per gli anni accademici 2002-2003 e 2003-2004.

Nel novembre 2004 ha vinto con borsa il concorso di dottorato in Diritto Privato, tenutosi presso l’Università degli Studi di Pisa, Dipartimento “Ugo Natoli”.

Ha conseguito il dottorato di ricerca nel novembre 2009, col massimo della votazione, presentando una tesi sul tema “Il disaccordo sulla sorte degli embrioni criocongelati fra diritto all’autodeterminazione e principio di autorità” e svolgendo attività di ricerca come Full time Visiting Phd Student presso il Centre for Social Ethics and Policy dell’Università di Manchester, sotto la guida della Prof. Margot Brazier e del Prof. John Harris.

Dal 2002 collabora con l’Università di Torino, prima in qualità di cultrice di Istituzioni di diritto privato, poi di borsista e con contratto di assistenza didattica, svolgendo lezioni e seminari universitari per i corsi di Istituzioni di diritto privato, Diritto privato I, Diritto privato II, Diritto civile, Diritto di famiglia e Diritto dei consumatori per le Facoltà di Giurisprudenza e di Scienze Politiche.

Dal 2008 al 2010 è stata Professore a contratto per il Corso di Sanità pubblica. Aspetti etico-giuridici di inizio vita, per la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Torino.

Dal 2012 al 2014 è stata docente esterno per l’insegnamento di Nozioni giuridiche fondamentali per il Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale del Politecnico di Torino. È attualmente inserita nell’Albo degli studiosi e degli esperti esterni al Politecnico di Torino qualificati allo svolgimento di attività didattica per l’insegnamento di Diritto privato.

Dal 2006 è Professore a contratto per l’attività di tutor per l’insegnamento di Diritto civile presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni legali “Bruno Caccia e Fulvio Croce”.

Ha al suo attivo numerose pubblicazioni di articoli e lavori collettanei e relazioni a convegni.

Ha conseguito l’Abilitazione alla professione forense, nel settembre 2005, con la miglior prova d’esame per l’anno 2004/2005, valsa l’assegnazione del premio “Toga d’oro”.

È iscritta all’Ordine degli Avvocati di Torino dal 2 aprile 2007.

Parla inglese.

Convegni (alcuni) +

  • 25/5/2006, Ivrea, relatrice sul tema “La legge n. 194/1978: modelli giuridici e applicazioni giurisprudenziali”, durante il Convegno “La famiglia e il minore: la voce di quattro discipline: diritto, medicina, servizio sociale, sociologia. Interruzione volontaria della gravidanza e procreazione assistita: tutela della donna, legge e consultori”, organizzato dalla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli studi di Torino;
  • 10/6/2006, Mattinata (FG), relatrice sul tema “Chi decide della sorte degli embrioni criocongelati quando la coppia si separa? Quattro leading cases a confronto”, durante il VII Incontro nazionale dei dottorandi in Diritto civile, organizzato dal Coordinamento dei Dottorati di ricerca in Diritto privato;
  • 27/10/2006, Pisa, relatrice sul tema “L’art. 5 c.c. e la procreazione medicalmente assistita”, durante il Terzo Seminario congiunto Diritto pubblico/Diritto privato su “Gli atti di disposizione del corpo”, a cura del Prof. A. Pizzorusso e del Prof. U. Breccia, organizzato dal Dipartimento di Diritto pubblico e dal Dipartimento di Diritto privato dell’Università degli Studi di Pisa;
  • 11/04/2008, Torino, relatrice sul tema “La terapia della sterilità e la fecondazione assistita, il diritto ad avere un figlio (legge 40). L’interruzione volontaria di gravidanza, il diritto a non avere un figlio (legge 194)”, durante il Convegno “Temi di inizio e di fine vita. Gli interessi della donna e gli interessi del nascituro”, organizzato dal Corso di Humanitas. Storia della medicina, etica, filosofia e diritto della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Torino;
  • 4/05/2008, Torino, relatrice sul tema “La l. 194/1978. Comparazione e applicazione”, durante il Convegno “L’informazione mancata. Le donne nell’informazione giornalistica. Donne aborto e maternità”, organizzato dall’Università di Torino e dal Centro interdisciplinare di ricerche e studi delle donne (cirsde) presso il Rettorato dell’Università di Torino;
  • 28/10/2013, Torino, relatrice sul tema “Procreazione e norme: quali implicature?” durante il Convegno “Gli impliciti nei testi normativi” organizzato dal Dipartimento di giurisprudenza dell’Università degli studi di Torino.


Pubblicazioni (alcune) +

  • Cassone, Procreazione e norme. Quali implicature?, in AA.VV., Questioni di genere nel diritto: implicito e crittotipi, Giappichelli, 2015, pp. 133-150; 

  • Cassone, L’interruzione volontaria della gravidanza in epoca gestazionale molto avanzata tra autodeterminazione della donna e interesse del nascituro, in Rivista interdisciplinare, I, 2012, pp. 49-66; 

  • Cassone, Il danno da nascita indesiderata, in Le responsabilità in medicina, a cura di Belvedere e Riondato, vol. IV del Trattato di Biodiritto, diretto da Rodotà e Zatti, 2011, pp. 371-431; 

  • Cassone, La surroga materna tra tutela dell’integrità fisica e diritto alla salute, incrit.dir. priv., 2008, pp. 103-123; 

  • Cassone, Diritto a procreare e diritto alla bigenitorialità. Uno sguardo alle norme, in Minori e Giustizia, n. 2/2008, pp. 60-71.